Oro Start, ricerca e rinnovamento continui

 In Espositori, I protagonisti

Nell’attesa di incontrarli tutti assieme a Fano, dal 15 al 17 settembre, continuiamo ad incontrare e conoscere più da vicino “i Protagonisti di Aria”. In questo spazio vi facciamo conoscere meglio le aziende che hanno partecipato all’edizione 2016 dell’evento. Oggi intervistiamo Cristian Bartolucci della Oro Start di Fano.

Ciao Cristian e benvenuto! Raccontaci la storia della vostra azienda e la vostra filosofia in rapporto alle esigenze dei vostri clienti.

La nostra azienda è nata nel 1995 fa e nel corso degli anni la componente famigliare è sempre stato il nostro elemento portante. A fondare la Oro Start è stato Giannetto Paluzzi, insieme al socio, Marco Iacomucci. Poi negli anni la società si è allargata assieme alla crescita del mercato dell’edilizia e da ormai 10 anni faccio parte anch’io dell’azienda.

La nostra filosofia è quella di mettere il cliente a proprio agio, cercando di far incontrare le sue richieste e le sue esigenze con le nostra esperienza in modo tale da poter realizzare la loro idea di casa.

La ceramica ha una lunga tradizione artigianale alle spalle. Ad oggi, come sono cambiati i prodotti e quali sono i vantaggi in termini di funzionalità e resistenza?

Per quanto riguarda i rivestimenti, il materiale che fa da padrone in tutte le superfici è sicuramente una miscela di terre chiamato gres porcellanato, ma tutt’oggi utilizziamo anche materiali naturali che nel tempo non sono mai cambiati, come il cotto, la pietra e il marmo.

La ceramica invece si è evoluta notevolmente, prima si utilizzava una tipologia di ceramica più tradizionale che veniva passata in forno, oggi invece il gres porcellanato, grazie alle nuove tecnologia, ha una maggiore resistenza e di conseguenza c’è la possibilità di utilizzarlo in molti campi e su tutte le tipologie di superfici sia all’interno che all’esterno delle abitazioni, con pochissime controindicazioni. Chiaramente ancora oggi ci sono aziende che producono le terrecotte artigianali, ma hanno dei costi importanti sia per la manodopera sempre più rara, sia per la grande concorrenza dovuta alla produzione del gres porcellanato. C’è da sottolineare però, che all’interno del panorama della nostra azienda quest’ultima tipologia di lavorazione non può sicuramente mancare e abbiamo diversi  artigiani a cui ci rivolgiamo. Quello che è cambiato sicuramente all’interno del settore dei rivestimenti è l’offerta da parte delle aziende produttrici di piastrelle: le nuove tecnologie permettono un’ampia personalizzazione del prodotto tanto che è possibile riprodurre l’effetto del legno o qualsiasi altro tipo di immagine.

Come siete strutturati internamente? Chi di voi segue i clienti e li accoglie nel vostro showroom? Chi invece si occupa di selezionare i prodotti da proporre?

Essendo la nostra una struttura molto snella e a conduzione famigliare, tutti ci occupiamo dei diversi aspetti dell’attività. Quando c’è da prendere una decisione importante facciamo subito un rapido consulto e cerchiamo di prendere le decisioni e di portarle avanti coerentemente. Nonostante ognuno abbia una mansione principale, riusciamo ad essere versatili anche negli altri compiti. Ognuno di noi è in grado di accogliere i clienti in sala mostra o relazionarsi con i fornitori e tutti sono informati sulle questioni aziendali.  

Quali sono le novità che proponete in tema di rivestimenti e di superfici di finitura?

LO STAND DI ORO START AD ARIA 2016

Quello che la nostra azienda cerca di fare è di esulare da quello che è il gres porcellanato,  colonna portante del settore dei rivestimenti da ormai diversi anni, per andare alla ricerca di nuovi materiali come ad esempio i microcementi o le resine. L’anno scorso abbiamo proposto delle rifiniture in fibra, altro materiale che ha la possibilità di essere personalizzato, ma allo stesso tempo possiede delle caratteristiche di resistenza molto elevate che gli permettono di avere uno spessore ed un peso minore. Oppure oggi nel mercato delle pavimentazioni è possibile utilizzare anche il pvc, materiale che, nel nostro settore, fino a qualche anno fa non veniva nemmeno preso in considerazione. Oggi invece, grazie alla precedente implementazione nelle strutture alberghiere e sanitarie, è utilizzato anche per le superfici domestiche. Da 10 anni a questa parte la tecnologia è entrata di prepotenza nel nostro settore; se prima si usava solamente la ceramica per realizzare lavabi, piatti doccia, oggi ci sono tantissime altre soluzioni come la vetroresina e materiali ricomposti che permettono di abbassare gli spessori e allargare le dimensioni delle superfici, come mai prima d’ora. Da quando lavoro nel mondo dei rivestimenti la tecnologia ha triplicato le possibilità di scelta.

Ci puoi parlare della vostra esperienza come espositori ad Aria 2016? Che risposta avete avuto dai visitatori rispetto alle proposte che avete presentato nel vostro spazio?

La partecipazione ad Aria è stata estremamente positiva. Essendo stata la prima edizione non sapevamo cosa aspettarci, ma, nonostante meteo, abbiamo avuto un buonissimo riscontro. La risposta dei visitatori ha superato di gran lunga le nostre aspettative e la manifestazione si è rivelata un’occasione di incontro, dialogo e scambio. Abbiamo acquisito clienti che sono poi venuti a conoscere la nostra azienda, non solo per la mera vendita dei nostri prodotti, ma anche per servizi di consulenza. Esporre ad Aria ci ha permesso di farci conoscere e comunicare quello che facciamo all’interno della nostra azienda e parteciperemo sicuramente alla seconda edizione della manifestazione portando tutte le nostre nuove proposte.

Grazie Cristian per averci raccontato l’azienda e per averci fornito il tuo punto di vista sul settore dei rivestimenti che con le sue infinite possibilità di personalizzazione richiede un lavoro di ricerca continua.

Rivolgiamo un caloroso saluto a tutti voi che ci seguite ormai da diverse da diversi mesi in questo percorso che va alla scoperta de “i Protagonisti di Aria“.

Invitiamo le imprese che vogliono partecipare all’evento dedicato al mondo della casa a contattarci al numero 392 3662707 oppure a scriverci all’indirizzo: info@aria.casa

(riproduzione riservata)

Recommended Posts

Leave a Comment

Contattaci

Se hai domande da sottoporci o sei alla ricerca di maggiori informazioni sui nostri servizi non esitare a scriverci. Il nostro team ti ricontatterà il prima possibile

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search